Natale Addamiano

A riveder le stelle...

8 giugno - 25 settembre 2021

Natale Addamiano. A riveder le stelle…
a cura di Federico Sardella

Milano, Dep Art Gallery
8 giugno – 25 settembre 2021
Opening day: lunedì 7 giugno


È il monumentale trittico site-specific di Natale Addamiano intitolato “A riveder le stelle…” il protagonista indiscusso della mostra personale presentata alla Dep Art Gallery di Milano dall’8 giugno al 25 settembre 2021.

Accanto a esso, la rassegna curata da Federico Sardella propone una serie di lavori recenti parte del ciclo “Cieli stellati”, ponendo l’accento su una pittura che si rapporta in modo preponderante con il buio e con la notte, ma che risulta altrettanto ricca di bagliori e di tracce luminose.

In tutti i lavori esposti, dal grande trittico concepito appositamente per gli spazi della galleria, alle opere dalle dimensioni più ridotte fino alle piccole carte, risulta chiaro che lo spazio della pittura, seppur costretto nei limiti del supporto, tende a espandersi oltre i suoi confini. Uno spazio che risponde alla necessità dell’artista di rapportarsi con la natura, intesa da sempre come inesauribile fonte di ispirazione e pretesto per dipingere, reso profondo dalle tante stesure, dalle innumerevoli tracce pittoriche che lo costituiscono e che permettono al fruitore di esserne rapito, sino a perdersi in esso.

Le opere di Natale Addamiano, intime e contemplative, conducono verso un cammino di luce e di possibilità dopo le tenebre, sino a consentire di “riveder le stelle…” con un esplicito riferimento alla Divina Commedia di Dante Alighieri, che nell’ultimo verso dell’Inferno con Virgilio si trova a contemplare di nuovo il cielo stellato. Il titolo della mostra evidenzia tale necessità di assoluto e di infinito che anima l’artista e che lo porta a misurarsi, giorno dopo giorno, con il suo inesauribile desiderio di dipingere, di interrogare la pittura e trovare in essa sempre nuovi stimoli, spazi e possibilità.

Natale Addamiano inizia nel 2010 a dare vita al nucleo di dipinti “Cieli stellati”, filone che prosegue con una tale vitalità da confermare la coerenza di un percorso nel quale la pittura è sempre protagonista e la sua pratica non è mai venuta meno. Non a caso, le opere presenti nell’ambito della mostra alla Dep Art Gallery, seppur apparentemente accomunate da una predominante di tonalità riconducibili alla gamma dei neri, suggeriscono invece la partecipazione di altri colori che animano e vivificano le superfici dipinte. Si avverte la loro intensità in questi cieli, tra le stelle e le nebulose, si manifestano come fossero presenze, in bilico fra materialità della pittura e memoria, tra intimità del colore e possibilità di attrarre e assorbire, che il colore stesso prevede.

La mostra è accompagnata da un catalogo bilingue (italiano e inglese) edito da Dep Art, con le immagini della mostra, le riproduzioni di tutte le opere esposte, una conversazione tra Natale Addamiano e Federico Sardella e aggiornati apparati bio-bibliografici.

Scarica il comunicato stampa

Natale Addamiano. To see the stars again…
Curated by Federico Sardella

Milan, Dep Art Gallery
June 8th – September 25th 2021
Opening day: Monday, June 7th


It is the monumental site-specific triptych of Natale Addamiano entitled "To see the stars again..." the undisputed protagonist of the solo exhibition presented at Dep Art Gallery in Milan from June 8th to September 25th 2021.

With it, the review curated by Federico Sardella proposes a series of recent works, which are part of the cycle "Starry Skies", placing the emphasis on a painting that is mostly related to darkness and night, but that is equally rich in glows and bright traces.

The space of painting in all the works on display, from the large triptych designed specifically for the spaces of the gallery, to the smaller works up to the smallest papers, although forced within the limits of the support, tends to expand beyond its boundaries. A space that responds to the need of the artist to relate to nature, always understood as an inexhaustible source of inspiration and pretext to paint, made deep by the many stesures, the countless pictorial traces, that make it up and allow the user to be kidnapped and get lost in it.

Natale Addamiano's works, intimate and contemplative, lead towards a path of light and possibility after darkness, until they allow to "see the stars again..." with an explicit reference to Dante Alighieri's Divine Comedy, which in the last verse of Hell with Virgil finds himself contemplating the starry sky again. The title of the exhibition highlights this need for absolute and infinity that animates the artist and leads him to measure himself, day after day, with his inexhaustible desire to paint, to interrogate painting and find in it always new stimuli, spaces and possibilities.

Natale Addamiano began to give life to the nucleus of paintings "Starry Skies" in 2010, a strand that continues with such vitality as to confirm the coherence of a path in which painting is always the protagonist and its practice has never failed. Not by chance, the works presented as part of the exhibition at the Dep Art Gallery, although apparently united by a predominant shade attributable to the range of blacks, suggest instead the participation of other colors that animate and liven the painted surfaces. Their intensity is felt in these skies, between the stars and the nebulae: they manifest themselves as if they were presences, poised between the materiality of painting and memory, between the intimacy of color and the possibility of attracting and absorbing, which color itself predicts.

The exhibition is accompanied by a bilingual catalogue (Italian and English) published by Dep Art Gallery, with images of the exhibition, reproductions of all artworks on display, a conversation between Natale Addamiano and Federico Sardella and updated bio-bibliographic notes.

Download press release