Artista Opere Quadri Biografia Vita Regine Schumann

Regine Schumann

Home Page DepArt Artists Exhibitions Fairs Publications News Gallery Contact
Foto Regine Schumann

Go Back    TORNA INDIETRO

 

Biografia di Regine Schumann

Works    OPERE

Biography    BIOGRAFIA

Exhibitions    MOSTRE

Regine Schumann (1961, Goslar, Germania Regine Schumann, (1961, Goslar, Germany
Regine Schumann dal 1982 al 1989 ha studiato all'Hochschule für Bildende Künste di Braunschweig, frequentando il corso del pittore Roland Dörfler. Nel 1986 fonda il gruppo Freiraum assieme a Frank Fuhrmann e Dieter Hinz, sodalizio che continuerà la sua attività fino al 1994. Oltre a diverse commissioni per opere pubbliche, Schumann ha ottenuto numerose sovvenzioni, tra cui la borsa di studio della DAAD per una residenza in Italia nel 1990 e un finanziamento stanziato nel 2000 dallo Stato del Nordreno-Vestfalia per un soggiorno in Giappone. Nel 1996 ha ricevuto il premio Saving Bank Art Award e nel 2006 il Premio Leo Breuer. La ricerca di Regine Schumann è incentrata sugli effetti luminosi e sull’utilizzo di materiali fluorescenti – tra cui pannelli acrilici colorati o cavi luminosi – che vengono assemblati in complessi ambienti cromatici secondo la teoria dei colori di Goethe. L'artista si avvale inoltre della luce nera per completare lo spettro visibile dei colori. L'enfasi delle sue installazioni è determinata dall'estensione dell'architettura esistente in una dimensione di vibrazione che conferisce allo spazio una “temperatura ambientale”. L’artista così descrive il proprio metodo di lavoro: "Il vetro acrilico colorato e fluorescente svolge un ruolo importante nel mio lavoro. Il materiale che utilizzo si illumina quando incontra una sorgente luminosa, sia naturale che artificiale. A seconda della loro posizione, i diversi pannelli di colore producono effetti di intensificazione, stratificazione, miscelazione e selezione".
Regine Schumann vive e lavora a Colonia, Germania.
Regine Schumann studied art from 1982 to 1989 at the Hochschule für Bildende Künste Braunschweig. In 1989, she became a Masters student of Roland Dörfler. From 1986 to 1994 she was a member of the artist group Freiraum, consisting in Frank Fuhrmann, Dieter Hinz, and herself. In addition to numerous scholarships (including a DAAD-scholarship for Italy in 1990 and a grant from the state of North Rhine-Westphalia for Japan in 2000) and commissions for public artworks, she received the Leo Breuer Prize in 2006. In her practice, Regine Schumann focuses on the effects of light caused by fluorescent materials. Some of the materials she uses are colored polylight-cords and different colored acrylic panels, which she assembles into complex color spaces in accordance to Goethe’s theory of colors. The artist also uses blacklight to complement other colors. The emphasis of her room-specific installations is the extension of the existing architecture into a dimension of vibration and – as she calls it – the configuration of a room temperature: “The inclusion of sculptural principles as hanging, laying, arranging, conjointing, jacketing is characteristic of the work of Regine Schumann and leads towards a thinking in colors and color spaces in a spatially experiential plasticity.” Regine Schumann describes her method of operation thusly: “It’s the material of the colored and fluorescent acrylic glass that takes an important role in my work. The material used illuminates when light energy is supplied to it, whether in the form of natural daylight or artificial light. Differently colored plates depending on the location lead towards a candling, laying, blending, and selection of the light itself.”
Regine Schumann lives and works in Cologne, Germany.