Giorgio Griffa

Giorgio Griffa

Senza titolo 1999

Giorgio Griffa (Torino, 29 marzo 1936)

E' un pittore italiano, tra i principali esponenti a livello internazionale della ricerca pittorica contemporanea dagli anni '60 a oggi.Inizia a dipingere ancora bambino e riceve i primi insegnamenti dai pittori tradizionali che all'epoca frequentavano il Circolo degli Artisti, antica istituzione torinese.
Nel 1958 consegue la laurea in giurisprudenza e da allora esercita la professione d'avvocato.
Dal 1960 al 1963 è allievo di Filippo Scroppo, pittore astratto nonché docente all'Accademia Albertina delle Belle Arti di Torino, collaboratore di Felice Casorati e membro del Movimento Arte Concreta o MAC. Tuttavia solo a metà degli anni '60 nei quadri figurativi di Griffa iniziano a comparire elementi astratti che sanciscono l'avvio di quelle riflessioni sullo statuto della pittura, sugli strumenti del dipingere e sulla posizione dell'artista che porteranno al ciclo dei "segni primari" con cui ha inizio l'impronta del suo percorso pittorico. Saranno proprio le tele dei "segni primari" a porlo tra i protagonisti del dibattito di quegli anni, che si sviluppa sulle ceneri dell'informale e si snoda attraversando la pop-art americana e l'arte concettuale.
In quel periodo, su stimolo di Aldo Mondino viene in contatto con l'opera di Giulio Paolini che lavorava alla scissione delle diverse componenti dell'oggetto artistico: un percorso differente ma con punti di contatto. L'approdo di Griffa alla Galleria Sperone a fine anni '60 lo pone in relazione con una serie di artisti alla cui opera viene attribuita l'etichetta di Arte povera, tra cui, in particolare, diventano per Griffa interlocutori significativi Giovanni Anselmo, Gilberto Zorio e Giuseppe Penone. Alleato per poetica e ideologia sarà anche Marco Gastini: un intreccio significativo tra i loro lavori è testimoniato da una mostra nel 1972 alla Galleria Fiori a Firenze, "pensata" e allestita insieme.
Dal 2007 è tra i novanta accademici nazionali dell'Accademia di San Luca di Roma.
Nonostante sia stato associato a movimenti come l'Arte Povera la Pittura Analitica o il Minimalismo, il percorso artistico di Giorgio Griffa rimane tuttavia per lo più solitario e non inquadrabile in una corrente specifica. Dagli esordi della sua personale formula di pittura sono passati ben più di 40 anni, ma Griffa prosegue sulle sue orme originali di pittore, sempre a Torino, dove vive e dipinge tuttora.

 

Esposizioni personali / Personal exhibitions

2018
New York, Casey Kaplan, Giorgio Griffa: The 1980s
London, Camden Arts Centre, A Continuous Becoming

2017
Roma, Galleria Lorcan O’Neill
Bologna, Galleria Spazia
Zurigo, Galerie Annemarie Verna
Livorno, Gian Marco Casini Gallery

2016
Arles, Foundation Vincent Van Gogh
Porto, Serralves Museum
Roma, Fondazione Giuliani
New York City, The 197Casey Kaplan Gallery’s

2015
St Moritz, Stefan Hildebrand
Genova, ABC Arte
Bergen, Bergen Kunsthalle,
Milano, Lorenzelli Arte

2014
Genève, Centre d’Art Contemporain
Roma, Galleria Lorcan O’Neill
Dublin, The Douglas Hyde Gallery

2013
New York, Casey Kaplan

2012
Berlin, Mies van der Rohe Haus
Roma, 2011 MACRO, Museo d’Arte Contemporanea
Perugia, Galleria TAC Arte Contemporanea

2010
Madrid, Galleria Rafael Perez Hernando
Livorno, Galleria GiraIdi
Mongolia, BaoTou Museum
Taiwan, Baguashan Gallery
Beijing, Gehua Art Gallery
Monticello di Vicenza, Galleria Sante Moretto
Milano, Studio Guastalla

2009
Seregno, Galleria Artesilva
Roma, Galleria Giuseppe Marino
Milano, Lorenzelli Arte
Acqui Terme, Globan Gallery
San Donato Milanese, Cascina Roma
Reggio Emilia, Galleria 2000 & Novecento

2007
Milano, Fondazione Zappettini
Nimes, Galerie Philippe Pannetier

2006
London, Barbara Behan Contemporary Art
Bergamo, Galleria Fumagalli

2005
Aschaffenburg, Neuer Kunsrverein
Milano, Museo della Permanente
Darmstadt, Italy lnstitut MathildenhOhe
Torino, Galleria Giampiero Biasutti

2004
Mannheim, Sebastian Fath Contemporary
Reggio Emilia, Galleria 2000 & Novecento

2003
Milano, Studio Guastalla

2002
Udine, Galleria Plurima
Frankfurt A.M, Bethmann Bank
Udine, Galleria Palladio

2001
München, Galerie Walter Storms
Caraglio, CESAC, ex Convento dei Cappuccini
Torino, Galleria Giampiero Biasutti
Torino, GAM Galleria Civica d’Arte Modema e Contemporanea

2000
Torino, Galleria Giancarlo Salzano

1998
Bruxelles, Galerie Boycott
Torino, Galleria Giancarlo Salzano

1997
Frankfurt, Galerie Appelund Fensch
Milano, Lorenzelli Arte

1995
Bergamo, Galleria Fumagalli
Alessandria, Galleria Soave
Torino, Galleria il Salto del Salmone
Spoleto, Palazzo Racani-Aroni

1994
Milano, Galleria Maestri Incisori
Todi, Galleria Extra Moenia

1993
Frankfurt, Galerie Appelund Ferrsch

1992
Milano, Home exhibition at Martina Corgnati Qualche numero per Martina
Badenweiler, Galerie Luise Krohn

 1991
Alessandria, Il Triangolo Nero
Ravenna, Santa Maria delle Croci, Loggetta Lombardesca Pinacoteca Comunale

1990
Frankfurt, Galerie Appelund Fercsch
Galleria Mara Coccia, Roma, Italy
Galleria Oddi Baglioni, Roma, Italy
Galleria Turchetto, Milano, Italy
Galleria Martano, Torino, Italy

1989
Chieri, Studio Noacco
Badenweiler, Galerie Luise Krohn

1988
Bologna, Galleria Nuova 2000

1987
Roma, Galleria dei Banchi Nuovi
Alessandria, Il Triangolo Nero
Bolzano, Galleria Il Sole

1986
Frankfurt, Galeria Appelund Fertsch

1985
Milano, Lorenzelli Arte
Genova, Studio Bonifacio
Cham, Stüdtische Galerie im Cordonhaus
Torino, Galleria Martano
Koln, Istituto Italiano di Cultura

 1984
 Roma, Galleria L’isola
 Bologna, Galleria Nuova 2000

1983
Genova, Galleria La Palena
Udine, Galleria Plurima
München, Galerie Walter Storms

 1982
Den Haag, Galerie Artline
Torino, Galleria Manano

1981
Napoli, Galleria Centro
Bolzano, Galleria Il Sole
Milano, Lorenzelli Arte,
Bologna, Studio G7
Badenweiler, Galerie Luise Krohn
Perugia, Galleria Sagittario
Salerno, Galleria Taide
Zürich, Galerie Annemarie Vema
Munchen, Galerie Walter Storms
Roma, Galleria Primo Piano

1980
Torino, Galleria Martano
Genova, Samangallery
Venezia, XXXIX Esposizione Biennale lnternazionale d’Arte
Braunschweig, Kunstverein
Villingen, Galerie W. Storms
Roma, Galleria E. Tre

1979
Galerie Mantra-NRA, Paris
Galleria lncontri, Taranto
Galerie Art line, Den Haag

1978
Zurich, Galerie Annemarie Verna
Milano, Galleria Lorenzelli
Dusseldorf, Stüdtische Kunsthalle
Roma, Galleria E. Tre

1977
Milano, Galleria del Milione
Genova, Samangallery
Roma, Galleria Malborough
Firenze, Galleria La Piramide

1976
Brescia, Galleria Banco
München, Galerie Art in Progress
Milano, Galleria Daniel Templon
Düsseldorf, Galerie Art  in Progress 
Bolzano, Galleria il Sole

1975
Bruxelles, Galerie D
Roma, Galleria Sperone
Roma, Galleria Primo Piano
Torino, Galleria Claudio Bottello
Prato, Galleria Nova
Zürich, Galerie Annemarie Verna
Müchen, Kunstraum

1974
Paris, Galerie Daniel Templon
Genova, Galeria La Benesca
Brescia, Galleria Banco
Berlin, Galerie Mikro
Napoli, Studio Lia Rumma
Milano, Galleria Daniel Templon

1973
Milano, Galleria dell’Ariete
Milano, Galleria Daniel Templon
Bolzano, Studio 3 / Bi

1972
Firenze, Galleria Fiori
Torino,Galleria Sperone
Roma, Galleria Godei
Zurich , Galerie Annemaria Verna

1971
Koln, Galerie Ricke
Torino, Galleria Multipli
Milano, Galleria Toselli

1970
New York, Sonnabend Gallery
Paris, Galerie Sonnabend

1969
Torino, Galleria Sperone

1968
Torino, Galleria Martano