Artista Opere Quadri Biografia Vita Piero Pizzi Cannella

Piero Pizzi Cannella

Home Page DepArt Artists
ARTISTI
Exhibition
MOSTRE
Fairs
FIERE
Gallery
GALLERIA
Books
PUBBLICAZIONI
Archivio
SIMETI
Foto Piero Pizzi Cannella

Back to Artists    TORNA ALLA LISTA ARTISTI

 

Biografia di Piero Pizzi Cannella

Works    OPERE

Biography    BIOGRAFIA

Exhibitions    MOSTRE

Piero Pizzi Cannella é nato a Rocca di Papa nel 1955.

Nel pieno degli anni ’70, frequenta a Roma il corso di pittura di Alberto Viveri all’Accademia di Belle Arti e si iscrive a Filosofia all’Università "La Sapienza". Non porta a termine i suoi studi, consacrandosi ad altre esperienze.

L’arte concettuale è, in questi anni, un passaggio obbligato per la formazione di un’artista contemporaneo.

La fredda logica di quest’arte si rivela poco adatta all’artista, molto più sensibile ad un linguaggio " carnale" capace di suscitare emozione, d’instaurare un rapporto che non sia puramente cerebrale.

Dopo essersi interessato alle avanguardie storiche, Pizzi Cannella si lancia in una fase d’intensa sperimentazione.

Partecipa praticamente dalla sua creazione, alle attività de "La Stanza", galleria romana autogestita da artisti che espongono i loro lavori (Antonio Borzi, Stefano Di Stasio, Salvatore Marroe et Arnaldo Sanna, raggiunti da Giuseppe Gallo, Bruno Ceccobelli, Alberto Di Stasio, Claudio Fazio ed altri).

La Galleria La Stanza sarà precisamente il luogo della prima esposizione personale dell’artista, nel 1977 (poi della seconda l’anno successivo). L’esposizione presenta dei lavori dell’artista che associano delle sequenze fotografiche a dei testi scritti. Molto rapidamente Pizzi Cannella trasmette i primi segni di rottura, che diverranno sempre più evidenti, con le sue esperienze neo-avanguardiste. L’artista si rimette a disegnare, poi a dipingere (fine anni ’70).

La sua arte diventerà progressivamente un’arte "in disparte", di apparente semplicità, in cui l’artista sopprime tutti gli elementi che non risultano essere indispensabili.

Alcuni vi vedono una pittura metafisica che si avvicina a quella di Giorgio Morandi. La sua opera ruota intorno a temi principali che l’artista tratta separatamente o combinati tra loro : sedie, lance, frecce, tamburi, vestiti, conchiglie,

Oggi riconosciuto internazionalmente, Piero Pizzi Cannella è uno degli artisti più singolari di una generazione di pittori, che hanno dato, nel corso degli anni ’80, una nuova interpretazione dell’oggetto : semplice e spesso austero. Attualmente l’artista sovrappone i due linguaggi che sono pittura e disegno, volendo rompere le barriere tra le due espressioni. Vive e lavora a Roma.